MILANO – LONDRA – ST. MORITZ. Galleria Robilant + Voena, “San Gerolamo”

Descrizione:

Robilant-Voena-Milano-Londra-St.Moritz Agostino-web
Olio su tavola (62 x 45 cm), scomparto di polittico. Correttamente attribuito da Giovanni Romano (1970, p. 22, nota 1), a Defendente Ferrari, ma conosciuto anche come opera di Gerolamo Giovenone.
Nella collezione di Bruno Meissner a Zurigo, poi in una collezione privata canadese e infine, nel 2016, presso le gallerie Robilant+Voena.

Raffigura san Gerolamo in vesti cardinalizie col leone accanto.
Il pannello che gli faceva da pendant sembra essere il Sant’Agostino conservato nella Collezione Fondazione della Cassa di Risparmio di Alessandria, vedi scheda, correttamente attribuito da Giovanni Romano (1970, p. 22, nota 1) a Defendente Ferrari.

Scrive Valerio Mosso (1) «Giocano a favore di questa proposta alcuni fattori, dalle misure [per il San Gerolamo cm 62 x 45 e per il Sant’Agostino Sant’Agostino 65 x 45 cm], ma entrambe le tavole potrebbero essere state decurtate in altezza), al tipo di realizzazione del fondo, dove una bordatura scura racchiude la superficie dorata su cui i santi si stagliano senza esserne completamente contenuti.»

(1) Sgarbi V. (a cura di), Rinascimento segreto, Catalogo della mostra allestita a Urbino, Fano e Pesaro, aprile – ottobre 2017, Maggioli editore, 2017, pp. 94-97

Immagine da:
https://www.artribune.com/wp-content/uploads/2016/11/Gerolamo-Giovenone-St-Jerome-Robilant-Voena-Milano-Londra-St.Moritz.jpg